Benessere Globale, Consapevolezza, Sessualità Olistica

Come sviluppare l’attenzione sulla respirazione

” la vita è quello spazio temporale che intercorre tra due respiri„ il primo è l’ultimo, e sono i due più difficili….tutti gli altri…. goditeli ! “

…poi troverò chi ha lasciato questo pensiero per tutti noi…:-)

Respiro cosa è? Come si respira? E come godersi il respiro?

Tenete un bicchiere pieno d’acqua. Concentratevi in modo che la superficie resti perfettamente calma … L’acqua vibra? E’ tremolante? Ponete il bicchiere in terra. L’acqua è calma? Lo stesso accade con lo spirito!

(Metafora di Ajahn Brahmavamso)

Lo sviluppo dell’attenzione sul respiro viene insegnata da Buddha nel “Maha Satipatthana sutta” che comincia in questo modo:

«E come, dunque, monaci, un monaco contempla il corpo nel corpo? Qui, monaci, un monaco (recatosi nella foresta, o recatosi ai piedi di un albero, o recatosi in un luogo isolato) si siede, incrocia le gambe, si pone (con il dorso) diritto, e stabilisce la sua attenzione (sul suo oggetto di meditazione).»

Da qui per avere cura della propria vita è importante portare attenzione al proprio respiro, semplicemente questo: portare attenzione al respiro.

– Osservarlo…cosi come è, senza giudizio ed interventi

– Accettarlo…per quello che è, senza giudizio ed interventi

– Sentirlo…per quello che è, senza giudizio ed interventi

– Viverlo…per quello che è, senza giudizio ed interventi

Come l’Amore! Come il piacere! Il respiro è strettamente collegato al piacere perché ci tiene in contatto con il corpo e le sue sensazioni e questo permette di ampliare e amplificare le sensazioni. Questo tale è per tutti i generi. Il piacere ci tiene insieme in quanto persone interessate a vivere nel piacere anche se lo temiamo da altri punti di vista.

Per entrare in Contatto con il piacere, anche grazie al respiro ho creato due esperienze diverse e simili.

Una tipicamente femminile denominata ClitoRide e l’altra per la relazione di coppia appunto conTatto. Per soli uomini? Si si arriva anche questa…abbiate pazienza! 🙂

Quanto è importante una corretta respirazione

Quasi tutti respiriamo in modo automatico quanto spontaneo, superficiale o comunque minimo sindacale. Cioè respiriamo senza conoscere l’importanza della respirazione. Una buona respirazione sappiamo ormai che è in grado di portare quiete al sistema nervoso. Questo perché il prana agisce direttamente sul plesso solare, il centro delle emozioni e dei desideri, agevolando la miglior gestione delle emozioni che tenderebbe a bloccarsi.

Una buona respirazione aumenta la nostra resistenza nei confronti della malattia sostiene vitalità e giovinezza più a lungo. Tutto questo porta luce e ossigena la pelle e i tessuti. La pratica di una buona respirazione richiede tempo soltanto perché ci siamo dimenticati di qualsiasi forma di consapevolezza della respirazione.

La maggior parte delle persone usa meno di un settimo della propria capacità polmonare, inspirando soltanto mezzo litro circa di aria ad ogni respiro. Al massimo della loro capacità i polmoni possono contenere quasi quattro litri d’aria. Quando i neuroni del cervello ricevono più ossigeno, esso nel cervello stimola impulsi più chiarì e potenti, rendendo i sensi più acuti e rafforzando l’intero sistema nervoso.

 Trattenere per un momento l’aria lascia un po’ più di tempo al sangue per scaricare i suoi prodotti di scarto e assorbire più ossigeno. Una quantità maggiore di ossigeno nel corpo, come già detto, ha notevoli effetti di guarigione e di attivazione di risorse interiori molto potenti.

Non sto parlando semplicemente di aumentare la prestazione fisica, voglio portare attenzione al respiro come l’espressione vera della nostra essenza….sentire il suono del respiro, dare voce al respiro….per sentire la voce dell’anima!

Sempre buoni respiri a Voi e vi aspetto per respirare insieme …clikka qui… altra proposta per voi!

Claudia

0

about Poppi Claudia

Modenese di nascita, sfoglina di tradizione che porto nel lavoro di Team Bulding la sua passione per la pasta. Amante della semplicità, nel cibo e nelle relazioni. Amo il pensiero di Italo Calvino quando dice che la leggerezza è il contrario della superficialità. Mi occupo di crescita personale e di agevolare la trasformAzione dal 1997 come freelance. Dal 2012 le giornate le investo per aiutare persone, aziende e professionisti a trasformare in modo efficace se stessi e il loro mondo in meglio. Consulente in Sostenibilità per mettere in accordo felicità e produttività. Sostenibilità è una opportunità.

Lascia un commento