Comunicazione che nutre

50 sfumature di gentilezza

Si! 50 sfumature di gentilezza possono fare la differenza nella giornata di tutti noi

Per questo mi accingo a mettere luce la dove a volte la confusione impera, o almeno ci provo,…gentilezza o educazione?

La differenza sta nel cuore secondo me…L’educazione è quell’insieme di regole di comportamento che saggiamente o meno decidiamo di attuare per gestire al meglio quelle relazioni sociali che ci fanno sentire accettati e riconosciute come persone che possono essere “accettate” in società …la gentilezza?…la gentilezza va oltre l’educazione secondo me…parte da dentro …e porta fuori il cuore, il vedere il bisogno dell’altro, riconoscerlo e trasformare la nostra azione in qualcosa di nutriente per il momento di vita che l’Altro vive.  Essere gentili potremmo vederlo come di una semplicità ….come versare un bicchier d’acqua?images-1

Le parole nutrono e i gesti ancora di più. I gesti sono qualcosa di concreto e tangibile che si manifesta davanti a noi…non è possibile dimenticare o annullare.

Idee per nuove gentilezze?

1 – oggi quale gesto di gentilezza

2- gentilezza fotografica

3 – una gentilezza tira l’altra

4 – gesti di consueta gentilezza

5 – e sono già 5 i gesti di gentilezza

 

La gentilezza va oltre le forme e le formalità.

La gentilezza d’animo si apprende nei primi anni di vita come modalità comportamentale di relazione. Si apprende dalle persone che frequentiamo e i modelli a cui ci ispiriamo cono proprio i nostri riferimenti per apprendere la gentilezza…Osserviamo i nostri riferimenti e modelli come e quando ci hanno influenzato. Se siamo soddisfatti meglio così, se ci accorgiamo che qualcosa potrebbe darci maggior soddisfazione…bè allora è ora di migliorare i modelli che abbiamo con le nostre migliori intenzioni o di cambiare modelli di riferimento.

I genitori hanno un’autorità naturale sui figli e va esercitata con rispetto e gentilezza

E’ un’autorità naturale, inevitabile, irrinunciabile. “Noi genitori abbiamo autorità perché i figli ci vedono grandi, potenti, alti e da noi dipende la loro sopravvivenza affettiva e materiale. Ci amano tantissimo e desiderano fare il meglio. I bambini ci vedono molto forti e intelligenti. I bambini piccoli vogliono obbedire. I genitori è importante che siano consapevoli di questa loro autorità e imparare a dare indicazioni in modo adeguato. Una sana comunicazione. Cioè …con gentilezza e rispetto. Oltre le parole semplici il tono della voce è molto importante…osservate il vostro genitore interiore e quello esteriore…

Quando nasce un figlio bisogna impegnarsi a parlar loro con rispetto. Dar loro informazioni o istruzioni con educazione, riprenderli quando è necessario, ma senza astio, né urla. Ad esempio dire a un bambino: “Attento, non toccare si rompe!” dirlo con tono gentile e con il sorriso sulle labbra, è già riprenderlo, nulla di più. Ovviamente il tono gentile e rispettoso va allargato a tutta la famiglia, al partner, ai vicini di casa e agli sconosciuti. Come sarebbe se …prendessimo l’abitudine  di chiedere per favore, di ringraziare e di sorridere: saremo più felici e insegneremo, con il nostro esempio, ai nostri figli la maniera corretta di rispettare l’altro e se stessi… Anche questa è felicità! Guardate questo video!

video

E come consigli lo psichiatra Alan Schlechter, nonché  professore di Scienza della felicità all’Università di New York, provate a fare questo esercizio.  Un esercizio da mettere in pratica almeno una volta alla settimana in grado di rendere più felici noi e chi ci sta intorno

Claudia Gentile con voi

 

 

0
Tags:

about Poppi Claudia

Modenese di nascita, sfoglina di tradizione che porto nel lavoro di Team Bulding la sua passione per la pasta. Amante della semplicità e della leggerezza, nel cibo e nelle relazioni. Amo il pensiero di Italo Calvino quando dice che la leggerezza è il contrario della superficialità. Mi occupo di crescita personale ed educazione al cambiamento dal 1997 come freelance. Dal 2012 uso le mie giornate per aiutare persone, aziende e professionisti a cambiare in modo efficace se stessi e il loro mondo in meglio per avere risultati ancora migliori. CHO, Chief Happiness Officer per mettere in accordo felicità e produttività.

Lascia un commento