AmicAnsia, BioDieta

5 azioni per lasciar andare l’ansia

L’ansia è una tua compagna di vita? Fattela amica in 5 azioni

La notizia ULTRA positiva è che dagli attacchi d’ansia si può uscire.

Compiendo dei piccoli gesti quotidiani, che possono portarti sempre più a migliorare la tua relazione con gli stati d’animo. Esempi? per ora 5 possono bastare. Eccoli qui iniziando dal mattino:

1. Lascia perdere la colazione al bar. Un momento di quiete a casa potrebbe essere più adatto che ingurgitare caffeina e brioches.

Si tratta di realizzare dei piccoli quanto potenti cambiamenti delle tue abitudini. Prepara la sera quanto puoi predisporre per la colazione del mattino e poi goditi la quiete di casa. Una tisana con biscottino o yogurt e cereali? Crema Boudwing?

Caffe e brioches sonocibi pregiudicano tantissimo l’armonia del nostro essere. Caffeina, conservanti e grassi usati nei processi produttivi di questi due prodotti influenzano la produzione di neurotrasmettitori buoni. Quindi prendi il segnale di stanchezza del tuo corpo come un segnale per riposare. Ti sentirai sù anche dopo un buon riposo. Quindi prendi una boccata d’aria e fai respirare il tuo cervello con una buona passeggiata al massimo. Il corpo secondo te sta bene ad essere sottoposto continuamente a frustate di cortisolo? Contattami che sai fare di meglio sicuramente
Evita la caffeina che è  fonte di stress per pancreas e surreni. Lascia finalmente quieto il tuo corpo.

2. Lascia perdere il divano. Fai movimento, soprattutto all’aria aperta, scegliendo i momenti di poca calura visto l’estate che ci accompagna. Il corpo ti permette di riconnetterti con il tuo io profondo perchè ti tiene nel presente. Oltre a questo presente c’è anche una fantastica produzione di  neurotrasmettitori dette endorfine,  che concorrono a diffondere una sensazione di benessere e rilassatezza. Altro che cioccolata!! E anche di se ne può parlare: Contattami che sai fare di meglio sicuramente.

3. Lascia perdere la tecnologia. Computer, tablet o smartphone sono trappole fantastiche. Si, proprio così. Creano dipendenza perché lo permettiamo e forse ci sfugge che il tipo di luce blu dello schermo genera alti livelli di ansia per il tipo di stimolazione che produce a livello della retina. Senza fare terrorismo, sarebbe inutile, può arrivare anche a causare depressione.
Consulta la mail o i social con la consapevolezza di scegliere un numero di volte ragionevole e sperimenta una delle vecchie abitudini: portare  un libro o un giornale da sfruttare nei tempi morti? La settimana enigmistica? Esiste ancora sapete.

combattere-l-ansia

4. Lascia perdere le conclusioni affrettate. Prima diamo delle risposte alle domande vorticose della mente prima si acquieta. Purtroppo no. La mente sarà capace di creare una nuova domanda e in un tormento senza fine passerai le giornate ad arrovellarti. Un esempio ? Se il tuo partner non ti risponde ad un messaggio whatsapp non saltare subito alla conclusione che nulla gli interessa di te. Questo esempio lo faccio anche dopo l’ultima sessione con Francesca. Tutto andava bene fino ad un messaggino letto dal compagno a 3000 km di distanza a cui lui non risponde e si riaccende il disagio. Lascia perdere…potrebbe non avere connessione….Se si sta bene si sta bene e basta. A nulla possiamo mostrare il fianco!! Altro esempio ? Se un collega si comporta in un modo anomalo rispetto al solito o ha la faccia scura non pensare che ti voglia fare un torto. Potrebbe avere semplicemente mal di pancia?…Leggerezza please. Contattami che sul tema leggerezza e concretezza ho di che agevolare i tuoi cambiamenti in meglio.

5. Lascia perdere la programmazione fitta fitta. Sopratutto in estate Che sia ora di rallentare ? Quindi? Se l’agenda troppo piena aumenta il senso di ansia allora alleggeriamo. Se il senso di frustrazione imperversa perchè pretendiamo da noi stessi risultati da guinness allora…è tempo per vivere le attività come esperienze e non come prestazioni olimpioniche. Il riposo è altrettanto importante della fila alle casse per pagare.

Ogni stagione  ben si presta a rallentare, ascoltare i propri ritmi e da loro lasciarci condurre. Quindi per farti amica l’ansia inizia a scegliere quali gesti metterai in atto.
Scegli il primo che ti richiama, giusto per iniziare. Scrivilo qui sotto nei commenti e vedrai come condividendo il tuo impegno con gli altri sarai agevolato a rafforzare la tua attenzione.

Io queste giornate mi sto godendo la casalinghitudine e scrivo un ebook dedicato a te che tocchi momenti di ansia. Si chiama proprio “Amica Ansia“. Cosa ne dici? Mentre sperimenti i suggerimenti di questo articolo, io continuo a scrivere Contattami 

Il coaching è la concreta possibilità che hai per allenarti e camminare lungo la via della gioia

0
Tags:

about Poppi Claudia

Modenese di nascita, sfoglina di tradizione che porto nel lavoro di Team Bulding la sua passione per la pasta. Amante della semplicità e della leggerezza, nel cibo e nelle relazioni. Amo il pensiero di Italo Calvino quando dice che la leggerezza è il contrario della superficialità. Mi occupo di crescita personale ed educazione al cambiamento dal 1997 come freelance. Dal 2012 uso le mie giornate per aiutare persone, aziende e professionisti a cambiare in modo efficace se stessi e il loro mondo in meglio per avere risultati ancora migliori. CHO, Chief Happiness Officer per mettere in accordo felicità e produttività.